Vasetti di vetro riciclati

Mi piace davvero tanto fare questi lavoretti di riciclo, perché da un semplice vasetto di vetro si può ottenere uno splendido porta fiori, un porta penne da scrivania o un romantico porta candela e lo trovo davvero gratificante.  Ed è proprio quest’ultimo che farò in questo progetto.

L’occorrente è:

  • vasetti di vetro
  • pizzi di varia misura (uno di almeno 5 cm e l’altro di 2 cm) e di due nuance di bianco
  • bottoni in legno
  • spago di juta spesso 3,5 mm
  • filo di perline
  • colla a caldo

Laviamo e sgrassiamo molto bene i vasetti di vetro togliendo ogni traccia di colla eventualmente lasciata dalle etichette (per aiutarci in questa operazione possiamo utilizzare un batuffolo di cotone e della trielina). Come si vede nella foto ne ho fatto due tipi diversi. Vediamo il primo: ho tagliato a misura (seguendo la circonferenza del barattolo che volevo ricoprire) una striscia di pizzo alto cinque centimetri ed un’altra striscia del pizzo più basso. Il pizzo alto l’ho incollato, con la colla a caldo, tutto intorno al vasetto nella sua parte centrale,  mentre l’altro pizzo l’ho incollato sul bordo in alto. Poi sul pizzo centrale, esattamente nel suo centro, ho incollato, sempre con la colla a caldo, cinque giri di spago in modo da lasciare fuoriuscire una buona parte di pizzo sia sotto che sopra lo spago. Quindi vi ho incollato sopra un bottone di legno. Sulla parte alta del barattolo ho incollato, sopra al pizzo, un filo di perline e la decorazione è terminata.

Il secondo decoro l’ho pensato così: nella parte centrale del barattolo ho incollato cinque giri di spago, mentre sul bordo in alto ho applicato un giro di pizzo lasciando scendere due code. Sul punto di giunzione delle due code di pizzo ho incollato un bottone di legno. Questo decoro è più semplice dell’altro ma ugualmente di grande effetto, soprattutto con la luce di una candelina al suo interno. Che ne dite?

Autore: Paola Messina

Mi chiamo Paola Messina e sono nata nel 1962. Sono sposata ed ho una figlia. La nostra è una famiglia allargata: abbiamo 2 cani e 8 gatti. Ho due lauree brevi : ISEF (Istituto di Educazione Fisica) e Educatore Professionale. Questi titoli mi hanno permesso di lavorare in palestre e piscine pubbliche e private e in Cooperative Sociali con minori a rischio e malati psichiatrici. Dal 2005 sono Cake Designer, gelatiera e pasticcera, ma da settembre 2016 farò il lavoro della mia vita: l'insegnante di Educazione Fisica. Amo gli animali e la natura e sono vegetariana. Da anni sono molto sensibile e attenta alle problematiche che stanno attanagliando la nostra terra e voglio condividere con chi lo vorrà queste tematiche.