Lampada di carta fai da te

Lampada di carta fai da te

Lampada di carta fai da te illuminata
Lampada di carta fai da te

Quante volte abbiamo cercato di creare la giusta atmosfera nelle nostre case utilizzando luci e candele? La luce, infatti, è sicuramente l’aspetto più importante da considerare per dare fascino ed eleganza ad ogni stanza.  E avete mai considerato l’opportunità di creare una lampada con le vostre mani? In questo articolo vi propongo un’idea per una lampada di carta fai da te di facile fattura.

Per rimanere in tema con la mia filosofia sul riciclo ho scelto, come materia prima, la carta: ricordiamoci sempre, prima di buttarla, che sono stati impiegati per la sua produzione, alberi, acqua ed energia in notevoli quantità Seconda parte di “Le 4 R della gestione dei rifiuti”: RIUSO e quindi prendiamo sempre in considerazione la possibilità di riutilizzarla al fine di produrre oggetti utili o di decoro per abbellire la nostra casa o per fare regali unici e personalizzati.

La carta ha una versatilità eccezionale

La carta è facile da manipolare e, grazie ad un po’ di creatività e di fantasia, si possono realizzare lampade eleganti, originali e soprattutto uniche, perché fatte con le nostre mani. Per la lampada di carta fai da te che vi voglio proporre, ho scelto di riciclare i quotidiani in quanto è la carta che più facilmente abbiamo in casa ed è davvero facile da lavorare.

L’occorrente per questa lampada di carta fai da te è:

  • carta di quotidiano
  • ferro da maglia n° 5 e mezzo
  • forbici
  • colla vinilica
  • colla a caldo
  • pennelli
  • pittura acrilica o chialk paint del colore che desiderate
  • vernice di finitura all’acqua
  • boccetta di smalto o altro piccolo contenitore di forma rotonda
  • filo elettrico e lampadina
Occorrente per la lampada: colla vinilica, carta di quotidiano, forbici, pennello, ferro da maglia n°5,5 pittura acrilica, vernice di finitura all'acqua, filo elettrico e lampadina, colla a caldo
Occorrente per la lampada di carta fai da tefrdtfgth

La prima cosa che dobbiamo fare è piegare il foglio di giornale a metà, nel senso della sua lunghezza, e tagliare lungo la piega che abbiamo formato in modo da creare delle strisce di carta di misura 15 x 45 cm circa.

Foglio di giornale intero
Foglio di giornale intero
Foglio di giornale piegato a metà
Pieghiamo il foglio di giornale a metà
Tagliamo il foglio di giornale lungo la piega che abbiamo fatto
Tagliamo la carta lungo la piega

Con il ferro da maglia n° 5 e mezzo cominciamo ad arrotolare le strisce di carta creando delle cannucce. Ne dobbiamo creare davvero tante in modo da rendere la nostra lampada di carta fai da te ricca ed importante. Ci serviranno molte cannucce in quanto le useremo sia per creare la base della lampada, sia per formare tutti gli elementi che ne comporranno le pareti. Per fare le cannucce si mette il ferro un po’ in obliquo rispetto al rettangolo e si arrotola la carta sul ferro stesso. La parte finale della carta si fisserà con un goccio di colla vinilica. Per una più chiara descrizione di come fare le cannucce vi rimando all’articolo Riciclo carta: cuore con cannucce.

Con il ferro da maglia appoggiato in un angolo della striscia di carta cominciamo ad arrotolare la carta creando una cannuccia
Arrotoliamo la carta attorno al ferro per creare le cannucce
Arrotoliamo la carta attorno al ferro
Incolliamo la parte finale della carta arrotolata con un goccio di colla vinilica
Chiudiamo la cannuccia con un goccio di colla vinilica
Facciamo tante cannucce di carta
Cannucce di carta

Prepariamo la base della lampada di carta fai da te

Cominciamo a preparare la base della lampada di carta fai da te arrotolando una cannuccia attorno al ferro appena usato per fare le cannucce e fissiamola già all’inizio con una goccia di colla vinilica.

Arrotoliamo la cannuccia di carta attorno al ferro da maglia per dare inizio alla produzione della base della lampada
Inizio della lampada della base

Continuiamo ad arrotolare la cannuccia e, prima che finisca, inseriamo nella sua estremità finale la cannuccia successiva. Ogni cannuccia ha un’estremità più larga ed una più stretta: dobbiamo sempre inserire le cannucce l’una dentro l’altra (la parte più stretta la inseriamo in quella più larga) in modo da dare continuità al lavoro.

Primo passaggio per creare la base della lampada
Per dare continuità alle cannucce le dobbiamo inserire una dentro l'altra e proseguire ad arrotolare
Inseriamo le cannucce l’una dentro l’altra

Dobbiamo avere cura di appiattire la cannuccia di carta man mano che la applichiamo e, ogni tanto, fissiamola con un goccio di colla vinilica.

Appiattiamo ed arrotoliamo le cannucce

Continuiamo da arrotolare fino a formare una base che ci soddisfa come dimensione. La mia base misura 15,5 cm.

Continuiamo ad arrotolare le cannucce fissandole ogni tanto con della colla vinilica
Base della lampada
La base della lampada è finita e misura 15,5 centimetri
Base della lampada completata

Creiamo tutti gli elementi che comporranno la nostra lampada in carta fai da te.

Con lo stesso principio utilizzato per preparare la base, dobbiamo preparare gli elementi che formeranno la lampada. Come supporto su cui arrotolare le cannucce di carta, utilizzeremo  una boccetta di smalto o un qualunque barattolino cilindrico. Arrotoliamo la prima cannuccia fissandola con un goccio di colla a caldo e procediamo inserendo le altre cannucce continuando ad arrotolare. Le cannucce vanno appiattite e inserite l’una dentro l’altra come fatto in precedenza.

Su un supporto rotondo (boccetta di smalto per unghie) arrotoliamo la prima cannuccia di carta
Supporto rotondo su cui arrotolare le cannucce di carta

 

 

Continuiamo ad arrotolare le cannucce fino a raggiungere la dimensione dell'elemento di carta che vogliamo
Arrotoliamo le cannucce attorno al supporto cilindrico

Per ogni elemento ho utilizzato 3 cannucce e mezza ed ho ottenuto un cerchio di 5 centimetri e mezzo di diametro.  Queste misure sono importanti al fine di ottenere 8 elementi da incollare con esattezza sulla base e 8 per ogni giro in altezza. Riassumendo: per una base del diametro di 15,5 cm applicheremo 8 cerchi di 5,5 cm di diametro. Ci serviranno in totale 32 elementi per completare la lampada.

Questi sono gli elementi di carta finiti che andranno a comporre l'intera lampada, sono fatti di tre cannucce e mazza per elemento e il cerchio finale sarà di 5,5 centimetri di diametro
Elementi completi per la lampada

Appena abbiamo tutto ciò che ci occorre possiamo procedere con la parte più divertente della costruzione della nostra lampada: l’assemblaggio di tutti gli elementi.

Tutti gli elementi di carta che ci servono per comporre la lampada sono pronti
Tutto l’occorrente è pronto

Assembliamo gli elementi di carta per la composizione della lampada

Con la colla a caldo incolliamo i primi 8 elementi sulla base. La colla andrà applicata sia sulla base che tra un elemento e l’altro.

Incolliamo gli elementi di carta alla base della lampada
Applichiamo la colla sulla base

 

Applichiamo la colla tra un elemento e l’altro

Completiamo il primo giro e proseguiamo incollando tutti i 32 elementi necessari al completamento della lampada.

Incolliamo gli elementi di carta per fare il secondo giro
Incolliamo il secondo giro dei cerchi di carta
Applichiamo gli elementi di carta per il secondo giro
Secondo giro completato
Questa è la lampada finita con tutti gli elementi incollati in modo alternato. Abbiamo collocato 32 elementi per completare la lampada
Lampada completata
Lampada completata e il suo interno

Ora dobbiamo rendere la struttura che abbiamo appena costruito molto solida e per farlo dobbiamo trattare la carta con un composto di colla vinilica diluita con acqua: 1/3 di acqua e 2/3 di colla.

Composto di colla vinilica ed acqua

Distribuiamo con un pennello il composto in modo copioso ed uniforme su tutti gli elementi di carta, sia all’esterno che all’interno della lampada e lasciamo asciugare per almeno 12 ore: questo permetterà alla carta di diventare molto dura e resistente.

Ricopriamo la lampada con la colla vinilica diluita con l'acqua (1/3 di acqua e 2/3 di colla) distribuendola con un pennello
Ricopriamo la lampada con colla vinilica diluita con acqua

Ora è  il momento di pitturare la lampada con il colore acrilico o con la chalk paint. Io ho usato un colore acrilico rosa, ma il colore va deciso in base alla stanza in cui andrete a collocare la vostra lampada o ai colori del vostro arredamento.

Coloriamo la lampada del colore che preferiamo, io ho scelto il rosa.
Lampada colorata di rosa

Ultimo passaggio sarà quello in cui daremo una mano di vernice di finitura all’acqua. Questo passaggio è davvero importante in quanto la vernice consentirà la protezione e la pulizia della lampada. Inseriamo, infine, il cavo elettrico con la lampadina ed ecco la nostra lampada di carta finita.

Inseriamo dentro alla lampada il filo elettrico con la lampadina.
Lampada di carta fai da te illuminata

Ovviamente potete dare sfogo alla vostra fantasia e creare lampade dalle forme più varie in base ai vostri gusti. Potete usare piccoli contenitori di forme diverse (quadrate, triangolari, ovoidali) come le boccette per smalti, fondotinta, ecc.; tutto questo per creare elementi particolari che renderanno uniche le vostre lampade. Eccone un esempio che ho creato per casa mia.

Esempio di lampada fatta con gli elementi di carta che la compongono eseguiti con forme varie, cilindriche, ovali, quadrate e triangolari.
Lampada di carta fai da te con forme irregolari
Lampada di carta fai da te con forme irregolari illuminata

Questo non è che uno dei tanti modi con cui utilizzare la carta per fare delle lampade fai da te. Eccone alcuni esempi che mi sono piaciuti molto tratti del sito di Donna Moderna  http://www.donnamoderna.com/casa/fai-da-te/lampade-carta-decorare-casa-luce

Fatemi sapere cosa ne pensate e buon lavoro.

Autore: Paola Messina

Mi chiamo Paola Messina e sono nata nel 1962. Sono sposata ed ho una figlia. La nostra è una famiglia allargata: abbiamo 2 cani e 8 gatti. Ho due lauree brevi : ISEF (Istituto di Educazione Fisica) e Educatore Professionale. Questi titoli mi hanno permesso di lavorare in palestre e piscine pubbliche e private e in Cooperative Sociali con minori a rischio e malati psichiatrici. Dal 2005 sono Cake Designer, gelatiera e pasticcera, ma da settembre 2016 farò il lavoro della mia vita: l'insegnante di Educazione Fisica. Amo gli animali e la natura e sono vegetariana. Da anni sono molto sensibile e attenta alle problematiche che stanno attanagliando la nostra terra e voglio condividere con chi lo vorrà queste tematiche.