Effetto “Shabby”

Nell’articolo scritto precedentemente in questa categoria, ho spiegato come effettuare un lavoro “ad hoc” per ottenere l’effetto shabby chic, per ogni oggetto in legno, utilizzando il metodo classico con carta vetrata, paraffina o cera, primer, vernici, ecc. Qui, invece, vi parlo di come ottenere lo stesso effetto in modo più rapido e meno laborioso, anche se, personalmente, preferisco utilizzare la tecnica più classica. E’ un sistema rapido ma di grande effetto. Questa tecnica va bene per legno grezzo o per legno rivestito da vernici non lucide o laccature; in questi ultimi due casi è sempre bene passare la carta vetrata per togliere la vernice o passare una mano di cementite prima di effettuare altri lavori di pittura.  Come prima cosa l’oggetto va pulito con un panno umido in modo da togliere bene sporco e polvere senza bagnare il legno. Quindi si stende uno strato di vernice marrone (o del colore che preferite a seconda dell’effetto che si vuole ottenere) in modo uniforme rivestendo bene ogni parte dell’oggetto e si lascia asciugare. I tempi di asciugatura variano dal tipo di vernice che utilizziamo, ma in linea di massima è sempre meglio attendere dalle 2 alle 8 ore in modo da procedere con il lavoro su una base davvero asciutta. L’attesa dipende molto dal tipo di superficie de trattare e dal tipo di vernice che si utilizza. 

Quindi utilizziamo un pennello asciutto e della vernice bianca. Meglio usare la “Chialk paint” (marchio registrato) o vernici dello stesso tipo (ve ne sono di molte marche) per ottenere un effetto gessoso. Io preferisco mettere la vernice in un piatto e non prelevarla direttamente dal barattolo in quanto, in questo modo, riesco a utilizzarla al meglio prendendo la dose che mi è necessaria, con più facilità e senza sprechi. Il pennello va usato asciutto e poco carico di colore perché è proprio questo che ci permette di conferire l'”effetto usurato”. La vernice va data in modo non uniforme e non totalmente coprente lasciando intenzionalmente degli spazi poco verniciati ed altre parti coperte in modo più intenso. Sarà proprio il modo di passare il pennello a dare l’effetto shabby, in quanto ci saranno delle parti più ed altre meno dipinte che daranno l’idea dell’usurato.

Ecco un esempio di come ho ottenuto l’effetto voluto su questi piccoli oggetti. Ricapitolando: passare uno strato di vernice di base in modo uniforme e pieno, non abbiamo bisogno di scartavetrare e lo strato di vernice bianca va applicato con il pennello in modo irregolare e non uniforme decidendo noi il grado di copertura dell’oggetto in questione.

 

 

 

 

 

 

 

Che ne dite?

 

Autore: Paola Messina

Mi chiamo Paola Messina e sono nata nel 1962. Sono sposata ed ho una figlia. La nostra è una famiglia allargata: abbiamo 2 cani e 8 gatti. Ho due lauree brevi : ISEF (Istituto di Educazione Fisica) e Educatore Professionale. Questi titoli mi hanno permesso di lavorare in palestre e piscine pubbliche e private e in Cooperative Sociali con minori a rischio e malati psichiatrici. Dal 2005 sono Cake Designer, gelatiera e pasticcera, ma da settembre 2016 farò il lavoro della mia vita: l'insegnante di Educazione Fisica. Amo gli animali e la natura e sono vegetariana. Da anni sono molto sensibile e attenta alle problematiche che stanno attanagliando la nostra terra e voglio condividere con chi lo vorrà queste tematiche.