Bauletto shabby

bauletto portabottiglie
bauletto porta bottiglie

20151012_145259Mi piace molto girare nei mercatini dell’usato e, proprio in uno di questi, ho trovato questo bauletto la cui funzione era quella di contenere delle bottiglie di vino e, vista la mia passione per i bauli, l’ho subito comprato. Come prima cosa ho svitato e tolto la serratura, ho scartavetrato tutte le superfici del bauletto per eliminare la patina lucida di cui era rivestito ed ho coperto tutte le borchie con il nastro carta. Poi ho dato la prima mano di colore e l’ho dipinto con il tortora. 20151018_135133
Ho lasciato asciugare ed ho strofinato sugli spigoli del baule e su alcune parti delle superfici, una candela in paraffina. Questo passaggio è importante perché, terminato il lavoro di pittura, si dovrà scartavetrare le parti trattate con la paraffina per rivelare la parte sottostante: la cera, infatti, impedisce al legno di assorbire la vernice. Poi ho dato una seconda mano di colore, questa volta il rosa e, una volta asciutto, ho ancora passato una mano di bianco. 20151018_121057 Ho lasciato asciugare.

In questo modo ho voluto creare un gioco di tre colori. Con la carta vetrata a grana media ho grattato via la paraffina e, con la stessa tecnica, ho grattato la vernice da molte parti del baule: in alcune superfici ho fatto emergere il solo colore rosa, in altre il colore grigio, in altre il legno sottostante, in altre ancora ho fatto in modo che si vedessero il rosa e il grigio insieme, creando sfumature a tre colori. 20151119_193312

Ho tolto il nastro carta che rivestiva le borchie, ho ricollocato la serratura e questo è il risultato finale.

Il lavoro è durato una giornata intera in quanto la vernice aveva bisogno del suo tempo per asciugare ma il risultato mi piace tantissimo: molto shabby, molto chic.   Che ne dite?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore: Paola Messina

Mi chiamo Paola Messina e sono nata nel 1962. Sono sposata ed ho una figlia. La nostra è una famiglia allargata: abbiamo 2 cani e 8 gatti. Ho due lauree brevi : ISEF (Istituto di Educazione Fisica) e Educatore Professionale. Questi titoli mi hanno permesso di lavorare in palestre e piscine pubbliche e private e in Cooperative Sociali con minori a rischio e malati psichiatrici. Dal 2005 sono Cake Designer, gelatiera e pasticcera, ma da settembre 2016 farò il lavoro della mia vita: l'insegnante di Educazione Fisica. Amo gli animali e la natura e sono vegetariana. Da anni sono molto sensibile e attenta alle problematiche che stanno attanagliando la nostra terra e voglio condividere con chi lo vorrà queste tematiche.